Cosa vedere a Paros nord

RICERCA HOTEL


Arrivo
Partenza

Info utili:

alcune informazioni pratiche utili per visitare Paros

Leggi »

News

Assistenza Clienti

Assistenza Clienti


Cosa vedere nell'area nord di Paros:

 

Parikia

Punto di partenza ideale di un tour è il capolugo. Parikia o Paroikia, sulla costa occidentale di Paros, è la città principale dell'isola e si sviluppa tutta intorno al porto. Importante centro turistico e portuale, ospita circa 4.500 abitanti, anche se la popolazione aumenta sensibilmente durante i mesi estivi.
Tipica città delle Cicladi, Parikia, si caratterizza per le pittoresche casette dall'architettura semplice tinte di bianco e blu che convivono armoniosamente con un mare da sogno, importanti testimonianze storico-artistiche ed una vita notturna vivacissima.

Un tempo discreta potenza marittima, vanta oltre a bellissime spiagge, importanti architetture.
Il simbolo di Paros è un mulino a vento bianco costruito nei pressi del porto. L'architettura più famosa, comunque, è sicuramente la chiesa bizantina di Panagia Ekatontapiliani; meglio nota come "la chiesa dalle 100 porte" (anche se l'origine di questo curioso nome è oscura) è considerata una delle più belle chiese di tutta la Grecia. Costruita su una precedente basilica per ordine di Santa Elena, madre di Costantino il Grande, fu modificata ed ampliata con il passare dei secoli. Ospita uno dei più antichi e meglio conservati fonti battesimali esistenti nei paesi occidentali ortodossi e notevoli affreschi, icone, sculture ed il Museo bizantino (che custodisce reliquie religiose e altri pregevoli oggetti ecclesiastici d'epoca post-bizantina).

(Se vuoi leggere una guida approfondita sulla Grecia, con consigli e altre info turistiche, puoi visitare il sito Grecia-Turismo.it)

Altri edifici religiosi significativi sono: Aghios Costantinos (sita nei pressi del castello e dedicata a San Costantino), Panaghia Settemvriani (dedicata alla Vergine Maria di settembre, custodisce una meravigliosa statua cinquecentesca), Panaghia di Stavros (dedicata alla Madonna della Croce), Aghia Ekaterini (intitolata a Santa Caterina), Aghios Onufrios (dedicata a Sant'Onofrio), Aghios Markos (dedicata a San Marco), Aghios Nikolaos (dedicata a San Nicola).
Alle porte della città, troviamo Moni Christu tou Dassus (Convento di Cristo dei boschi eretto, su una collinetta, nel XVIII secolo) ed il monastero di Longovarda (dedicato a Zoodochos Pighi - Sorgente di vita- e caratterizzato dalla presenza di notevoli affreschi ed icone).

Oltre al già citato museo bizantino, Parikia, ospita, circondato da splendidi edifici neoclassici, un altro polo museale che merita una visita: il museo archeologico (fondato nel 1960, custodisce reperti neolitici, sculture d'epoca classica, preziose ceramiche e mosaici romani).
Interessante, anche se ormai ridotto a poco più che una torre, è anche il castello veneziano, eretto nel punto più alto della cittadina.

Nelle vicinanze:

A qualche km dal capoluogo sorge Marathi, nota per le due caverne delle ninfe. Il suggestivo nome si deve ad una scultura delle ninfe che dà il benvenuto all'entrata di una delle due grotte.

A Dilio, invece, si possono ammirare i resti del tempio antico dedicato ad Apollo e, poco più distante, il famoso Aesclepio, il tempio dedicato al dio della medicina.

Naoussa

La seconda cittadina di Paros, Naoussa, si trova nella parte settentrionale dell'isola, a 10 km dal capoluogo. Si tratta di un pittoresco villaggio di pescatori (circa 3.000 abitanti) che offre ottime strutture ricettive e un'animata vita notturna

.

Considerata uno dei più bei porti dell'intero arcipelago, Naoussa, con le casette fiorite ed i labirinti di stradine pavimentate, ha mantenuto intatto il suo fascino ed il suo carattere nonostante il turismo di massa.
Le principali chiese della cittadina sono: La chiesa di Kimisis tis Theotoku (dedicata all'Assunzione della Vergine) costruita su una collinetta alla fine del XIX secolo, la chiesa di Aghios Atanassio del XVII secolo, la chiesa di Aghios Ioannis Theologos, la chiesa di Aghios Ghiorgos, la chiesa di Aghios Nikolaos (con annesso un piccolo, ma carino museo bizantino che custodisce notevoli icone del XIII secolo) ed il Monastero di Agios Andreas, (eretto nel 1650 circa).

A Naussa e nei suoi pressi, vi sono interessanti siti archeologici. Tra questi spicca l'insediamento di Koukounariès con il grandioso palazzo miceneo.
Interessanti e suggestivi sono anche i resti del castello del XIV secolo, in parte sommersi dal mare.

Cosa vedere nell'area centro-sud di Paros

Spiagge a Paros